AICIS Notizie‎ > ‎

Comunicato Stampa

pubblicato 28 ago 2015, 13:28 da Redazione Aicis   [ aggiornato in data 28 ago 2015, 13:53 ]

Strumentali interpretazioni sulla sentenza del TAR del Lazio depositata il 21/7/2015 relativa all’annullamento per erronea composizione di commissione che respingeva la richiesta dei Periti Industriali e degli Ingegneri di escludere dei Periti Assicurativi dall’Albo dei CTU




COMUNICATO STAMPA


FALSE DEMAGOGICHE E CORPORATIVE LE AFFERMAZIONI dei Periti Industriali e degli Ingegneri nel merito della sentenza del TAR del Lazio depositata il 21/7/2015 relativa all’annullamento per erronea composizione di commissione che respingeva la richiesta dei Periti Industriali di escludere dei Periti Assicurativi dall’Albo dei CTU. 

 

AICIS ritiene che solo disonestà intellettuale e malafede, corporativismo e disprezzo delle corrette regole della concorrenza e del mercato possano portare a comunicazioni ed interpretazioni di una sentenza come quelle fatte circolare dagli organi dei Periti Industriali e degli Ingegneri. 

Ritenendo che qualsiasi persona di buon senso possa capire la differenza tra una sentenza che potrebbe far decadere (potrebbe perché è comunque fatto salvo il ricorso al Consiglio di Stato, che potrebbe decidere diversamente) la decisione del  Comitato per l’iscrizione all’Albo dei CTU del Tribunale di Cassino e l’idoneità per qualsiasi Esperto riconosciuto tale di essere iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici d’Ufficio, indipendentemente dall’iscrizione in elenchi tenuti dai gestori delle professioni riconosciute, AICIS ha inviato una richiesta a CONSAP affinché, insieme all’Associazione Italiana Consulenti Infortunistica Stradale,

 

  • Solleciti il Ministero della Giustizia affinché proponga ricorso al Consiglio di Stato avverso la sentenza in oggetto; 


  • Diffidi il Consiglio Nazionale degli Ingegneri dal far circolare comunicazioni ingannevoli della fede pubblica; 


  • Sottoscriva la Comunicazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato affinché valuti la comunicazione del CNI, nonché le altre analoghe che andremo a reperire, in quanto finalizzata a ledere le regole della concorrenza; 


  • Invii comunicazione ad Italia Oggi ed a ogni altro organismo di stampa che riprenda acriticamente i comunicati di CNI e CNPI, invitandoli a rettificare con pari evidenza, sul reale contenuto della sentenza che annulla le decisioni prese da due Comitati rispettivamente  costituti ex art 15 comma 4 ed ex  art 14 comma 1 delle disposizioni di attuazione del c.p.c., esclusivamente per vizio sotto il profilo procedimentale nella composizione della commissione (decisione sulla quale la scrivente associazione professionale esprime ampia riserva, sollecitando per questo il ricorso al Consiglio di Stato da parte del Ministero della Giustizia). 

 

Con l’occasione AICIS invita tutti gli iscritti al R.P.A. a segnalare alla segreteria dell’Associazione (segreteria@aicis.it ) il nominativo di periti industriali, ingegneri o altri professionisti non iscritti nel Ruolo Periti Assicurativi che assumano incarichi di CTU con quesiti comprendenti il quantum per danni a veicoli.