AICIS Notizie‎ > ‎

Comunicato stampa

pubblicato 09 mar 2016, 07:27 da Redazione Aicis   [ aggiornato il 09 mar 2016, 13:16 da Andrea Olivieri ]

Con il VI Congresso, approvata la terza versione dello statuto AICIS con il rinnovo degli organismi dirigenti nazionali. Tracciate le linee guida per l'attività del prossimo triennio che si concluderà con il 50° anno dalla fondazione. 




COMUNICATO STAMPA

Si è svolto il 5 marzo 2016 a Milano il VI Congresso AICIS nel corso del quale, oltre all’approvazione del nuovo statuto dell’Associazione ed al rinnovo degli organismi dirigenti nazionali, si sono tracciate le linee guida per l’attività del prossimo triennio.
Proseguendo sulla linea già adottata da tempo, AICIS darà ulteriore impulso alle problematiche legate alla sicurezza dei veicoli, tanto attraverso l’informazione ai danneggiati in caso si riscontrino visivamente sul veicolo, in fase di perizia, elementi che possano influenzare la circolazione in sicurezza dello stesso, quanto attraverso azioni presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Motorizzazione Civile e l’associazione delle imprese assicurative, affinché venga modificata la normativa relativa al controllo dei veicoli gravemente incidentati.
Proseguirà, anche con le finalità di sviluppo della cultura della sicurezza, l’aggiornamento continuo dei soci AICIS, che si articolerà tanto a livello nazionale con i percorsi altamente specialistici dell’Academy AICIS, quanto sui territori regionali, attraverso incontri, anche in partnership con brand del settore automotive e specialisti di settore, finalizzati all’evoluzione delle modalità di accertamento tecnico e certificazione delle riparazione dei veicoli, nella consapevolezza l’elevato livello di tecnologia per la sicurezza attiva e passiva dei veicoli, richiede sempre più non semplici operazioni di lifting alla carrozzeria, ma la verifica di perfetta efficienza di ogni sistema elettronico di bordo e di ogni sistema di comunicazione automatica tra veicolo ed infrastrutture intelligenti.
Quanto sopra, in un mercato che sempre più punta a convenzioni tra riparatori ed assicuratori, con compressione dei costi, diventa un dovere morale nei confronti degli utenti e della società.
AICIS continuerà ad impegnarsi in prima persona all’interno della Federazione Internazionale (FIEA) per il riconoscimento europeo della professione e per la libera circolazione e per l’approvazione di raccomandazioni, norme e direttive europee finalizzate alla crescita della cultura della sicurezza, a maggiori controlli sui veicoli danneggiati, alla sospensione dalla circolazione per i veicoli gravemente incidentati, fino al loro ripristino in perfetta conformità con le prescrizioni del costruttore e del Codice della Strada.
Vengono istituiti un dipartimento per la sicurezza e l’educazione stradale ed un dipartimento questioni legali e di medicina legale oltre a dare nuovo impulso ai sette gruppi di lavoro (-contrattualistica committenza assicurativa e corrispondenza con le mandanti, -comunicazione e informazione interna ed esterna, - veicoli elettrici, ibridi, diagnostica e sistemi di sicurezza, -veicoli industriali, per il lavoro, per la vacanza e per lo svago, allestimenti veicoli vari e veicoli amatoriali e storici, - giovani, motocicli e guida sicura due ruote alla quale si chiede in particolare la partecipazione dei colleghi under 40, - attrezzature tecniche e loro circolazione all’interno dell’associazione per sperimentazioni e/o per attività di consulenza specialistica, - mini prove di crash per lo studio delle caratteristiche delle deformazioni).
Partirà a breve la nuova area riservata del sito, nella quale ogni socio potrà effettuare la presentazione della propria attività e caricare gli attestati relativi alla formazione continua, a garanzia dell’utente e per ottemperare agli obblighi di formazione che AICIS si è dato, prevedendo sanzioni disciplinari pur se CONSAP nel “regolamento periti” non le ha previste nonostante le varie sollecitazioni.
Proseguiranno le pressioni affinché venga messo in discussione al Senato il DDL AS 1502 relativo all’Istituzione dell’Albo degli Esperti di Veicoli e Danni a Cose e l’attività per dare a ogni Perito AICIS gli strumenti per poter continuare ad essere nel mercato automotive – assicurativo anche nei prossimi lustri.

Marco Mambretti
Presidente AICIS

L'ORGANIGRAMMA VOTATO AL CONGRESSO


Consiglio di Amministrazione:
Marco Mambretti             UDP Presidente 
Andrea Olivieri             UDP Vice-Presidente 
Michele Cristiano           UDP Tesoriere 
Massimiliano Canellini      UDP 
Alessandro Casarin          UDP 
Laura Morone                UDP 
Massimiliano Panecaldo      UDP 

Massimiliano Canellini      Presidente Regionale Campania 
Ezio Bordonaro              Presidente Regionale Lazio 
Laura Morone                Presidente Regionale Liguria 
Annalisa Bianchi            Presidente Regionale Lombardia 
Casimiro Pellegrino         Presidente Regionale Piemonte e VDA 
Fabrizio Sanna              - Presidente Regionale Sardegna 
Luigi Longhitano            Presidente Regionale Sicilia 
Paolo Valle                 Presidente Regionale Trentino AA 
Maurizio Menicucci          Presidente Regionale Umbria e Toscana 
Andrea Reggiani             Presidente Regionale Veneto e FVG 


Susanna Mambretti
Giovanni Lavacca
Mauro Scaggiante
Pietro Giustiniani
Dario Orrù
Felice Pastore
Andrea Leban

Collegio Nazionale dei Garanti
Avv. Annunziata Candida Fusco
Antonio Pietrini
Alfonso Mancini
Giorgio Cavallin
Luciano Brentonego

Collegio Nazionale dei Sindaci Revisori
Francesco Scafa
Luigi Pasciari
Alessandro Arancia